Fiera06-011

La Sezione pordenonese dell’A.R.I. ‘Francesco Bastianello’  IQ3PN (Associazione Radioamatori Italiani), sarà presente come sempre con un proprio stand, nel quale allestirà le numerose novità inerenti il mondo della radio.

Per l’ A.R.I. (Associazione Radioamatori Italiani) la fiera di Novembre e’ una preziosa occasione di mostrare ad un vasto pubblico in che cosa consista l’ hobby del radioamatore.
Vi sono circa due milioni di radioamatori sparsi in tutto il mondo, 25.000 in Italia e 1.500 nella nostra Regione.
Il loro cavallo di battaglia, la radio, ha poco più di un secolo di vita, durante il quale `e stata perfezionata continuamente e si `e evoluta moltissimo. Tali progressi hanno portato alla televisione, al radar, ed in generale al meraviglioso sviluppo dell’elettronica che ha cambiato le nostre vite in modo così radicale: basta guardarsi intorno. I radioamatori hanno partecipato attivamente a questo progresso, tenendosi aggiornati sulle nuove tecniche che via via comparivano, aiutando cosı a diffonderle.

Tutto questo si può cogliere bene visitando lo stand dell’A.R.I. !
Le nuove tecnologie dominano nell’angolo degli apparati SDR allestito da Beppe Campana IK3VIH, con le apparecchiature digitali della ditta ELAD e Flex Radio, in grado di sbalordire chiunque sia ancora legato al mondo della radio tradizionale.

Quest’anno lo stand dell’A.R.I. dedica molto spazio… allo “spazio”. In anteprima sarà presentato un completo radiotelescopio amatoriale, col quale è possibile “ radiofotografare ” il profondo cielo con le sue meraviglie.
Il progetto, nato nella nostra città, verrà esposto completamente funzionante dal suo realizzatore, il dott. Filippo Bradaschia, che sarà a disposizione per soddisfare ogni curiosità.
Inoltre, Pierluigi Poggi IW4BLG, da Boretto, aiutato dal nostro Roberto IV3CYF, allestirà un angolo dedicato alle tecniche di ricezione e trasmissione satellitari, con alcuni modelli di apparati utilizzati allo scopo. Pierluigi sarà lieto di fornire ogni informazione al riguardo.

In un altro angolo grandi e piccini potranno cimentarsi, aiutati da alcuni esperti, con l’ alfabeto Morse, la madre lingua delle prime trasmissioni radio. Con tanta tecnologia, innovazioni e retrospettive, non possono mancare le fonti di informazione, ed ecco “ l’ Isola del Sapere ” dove si potranno consultare centinaia di titoli tra i più qualificati e specializzati.
Insomma, ancora una volta la Sezione pordenonese dell’A.R.I. ‘Francesco Bastianello’ sara’ in grado di soddisfare tutti coloro che vorranno sostarvi per una visita.

Una rapida carrellata, utile ad informare i visitatori su ciò che potranno trovare, potrebbe iniziare deliziando gli occhi degli affezionati alle vecchie glorie.

Vi sarà poi uno spazio dove il C.O.T.A. (Gruppo Radioamatori Carabinieri), esporrà una panoramica delle proprie iniziative e delle attività svolte anche in collaborazione con l’A.N.C. (Associazione Nazionale Carabinieri).

Non mancherà un angolo riservato alla Radio Telegrafia Morse, dove sotto la guida di alcuni esperti Radioamatori, tutti, grandi e piccini, potranno cimentarsi con i punti e le linee dell’alfabeto Morse, la madre lingua delle prime trasmissioni radio e dei Radioamatori.

Saranno però le nuove tecnologie, a farla da padrone nell’angolo allestito da Beppe Campana – IK3VIH – con le sue apparecchiature digitali ELAD e Flex Radio, in grado di sbalordire chiunque sia ancora legato al mondo della radio tradizionale.
Ormai l’unica carenza vera nello sviluppare nuove funzioni è la fantasia, in quanto la tecnologia ha superato di gran lunga l’immaginazione, e ne vedremo davvero delle belle.

Con tanta tecnologia, innovazioni e retrospettive, non possono mancare le fonti di informazione, ed ecco allora che la Sezione allestirà “l’Isola del Sapere” dove si potranno consultare centinaia di titoli tra i più qualificati e specializzati.

Insomma, ancora una volta la Sezione pordenonese dell’A.R.I. sarò in grado di soddisfare tutti coloro che vorranno sostare per una visita.