Corso di Telegrafia

La nostra Sezione ARI, tramite il nostro Socio Giuseppe IV3ZAC, organizza dei corsi di telegrafia per principianti e per coloro che si preparano all’esame ministeriale.

  • Il primo corso dell’anno 2017 si è concluso.

    Le informazioni sulla data del prossimo corso e la durata, verranno date durante la prima lezione e durante le serate del giovedì.

Proviamo ad imparare assieme la telegrafia!  

Con un minimo di attenzione potete già da ora imparare a ricevere questi cinque semplici caratteri telegrafici, stabilendo che i Punti telegrafici si chiamino “DI” e che le Linee telegrafiche si chiamino “DAH  :

A =      * –      pronunciare “DI  DAH”
O =    – – –      pronunciare “DAH  DAH  DAH”
T =     –          pronunciare “DAH”
I =        * *      pronunciare “DI  DI”
C = – *- *        pronunciare “DAH  DI  DAH   DI”

corso_telegrafia-iscrizAl fine di incentivare l’uso della telegrafia, la Sezione ARI di Pordenone organizza dei corsi specifici anche per i Radioamatori che “volessero rispolverare il tasto”, finalizzati all’ottenimento della dovuta pratica e comportamento per poter effettuare i successivi collegamenti.
Il primo fine è quello di agevolare tutti coloro che volessero ottenere la licenza di radioamatore;  infatti la Sezione organizza una volta all’anno i corsi di preparazione all’esame ministeriale, nei quali vengono insegnati  gli argomenti di teoria, pratica e regolamenti internazionali  necessari per conseguire la Patente di radio operatore necessaria per ottenere la licenza di stazione radioamatoriale.
Nello svolgimento delle lezioni di teoria, l’insegnante seguirà gli argomenti descritti nel libro di preparazione alla Patente di Radioamatore (di seguito riportato…), distribuito dall’ARI di Milano.

Telegraph_keyIl corso di telegrafia si svolgerà  utilizzando dei tasti verticali e degli oscillofoni, simulando un vero e proprio QSO acustico.
Una volta raggiunta una discreta padronanza del mezzo, si procederà a fare pratica in radio (per i possessori di patente), mentre per gli allievi ancora senza licenza continuerà la trasmissione attraverso l’uso delgli oscillofoni.
Durante questo periodo, sono invitati tutti gli OM possessori di Patente Ordinaria che volessero “rispolverare il tasto” !!!

Di seguito, un appunto del nostro istruttore, IV3ZAC Giuseppe.

Giunti a questo punto, per mantenere vivo l’interesse al CW, che secondo me è un modo affascinante di fare collegamenti via radio e se permettete anche un po’’ poetico, nel senso che vi farà sognare tornando indietro nel tempo, ai primordi della radio, sarebbe bene cominciare, per esempio, facendo un po’ di caccia al diploma dei continenti e cioè il WAC (Worked All Country), naturalmente solo in CW !!!
Se farete questo, la soddisfazione sarà sicuramente grande,….. e credetemi ( l’appetito vien mangiando !) .

Voglio ricordare che anche se all’inizio la telegrafia potrà sembrare monotona e qualche volta vi farà sudare ed arrabbiare, vi posso garantire che se continuerete a fare caccia ai diplomi, oltre ad essere lo sprone a continuare, vi accorgerete piano piano che tale pratica sarà sempre più facile e capirete sempre di più, fino a quando il QSO in telegrafia diventerà poesia e fonte inesauribile di grosse soddisfazioni .
Non servono grandi cose per fare attività in CW, al limite ma bene anche il classico “manico di scopa”  (primordiale antenna, un rudimentale palo metallico),in cima al tetto.

Quando vi capiterà di udire un debolissimo segnale in mezzo al QRM più totale, con la caratteristica evanescenza del fading di oltre oceano o dei poli, in quel momento chiudete gli occhi per non perdere quel filo, stringerete le cuffie alle orecchie e se sarete attenti e non demorderete prima o poi stabilirete il “contatto” e porterete a casa il “new  One”.
Quando stanchi ma felici avrete finito, togliendovi le cuffie nel più totale silenzio della notte, guarderete increduli la carta geografica e vedrete dove il vostro segnale è arrivato scavalcando monti, mari, pianure e civiltà oramai scomparse, allora la vostra mente correrà innanzi al segnale e voi percorrerete la sua stessa strada.

Quasi certamente tutto questo vi porterà alla mente Guglielmo Marconi e la sensazione che voi avrete provato sarà la stessa che lui provava nei suoi collegamenti, questo vorrà dire che siete entrati in “sintonia” con lui !!
Questo è quello che io ho sempre provato e questo credo sia “essere Radioamatori”.

’73 de Giuseppe IV3ZAC

Corso di elettrotecnica

  • il corso si terrà il martedì e il venerdì sera dalle ore 20:30 alle ore 22:30, con inizio la sera del giorno 6 settembre 2016, e avrà termine al completamento delle lezioni.

radiotecnica_libro_NNeriIl corso di elettrotecnica, in preparazione all’esame, viene svolto da alcuni dei nostri Soci radioamatori, utilizzando il testo indicato di seguito.

Il libro di riferimento è  “RADIOTECNICA PER RADIOAMATORI
Autore NERIO NERI I4NE edizione 2015 C &C s.r.l.

Questo libro è acquistabile sia presso la sede ARI nazionale di Milano, sia durante l’edizione della Fiera del Radioamatore (presso lo stand ARI PN) che nelle comuni librerie cittadine.

Il ‘programma di esame per il conseguimento della patente di radioamatore’ è scaricabile dal sito del Ministero dello Sviluppo Economico, a questo link da dove poi potrete scaricare successivamente anche la documentazione di richiesta occorrente per l‘ammissione agli esami.

L’esame di teoria si terrà nei prossimi mesi, presso l’Ispettorato territoriale di Trieste.